Due tappe fondamentali

Negli utlimi anni sono due le battaglie che l'associazione ha vinto a vantaggio di TUTTI gli operatori, in particolare con l'abolizione dell'allegato 10 la rimodulazione dei diritti amministrativi ha permesso risparmi per diversi milioni di euro ai grossi operatori e in misura minore a tutti gli altri attori del mercato ISP.

Febbraio 2014 – Assoprovider rompe l‘oligopolio delle TCL in Italia: Dopo quasi 10 anni di battaglie, che hanno visto Assoprovider denunciare lo stato anticoncorrenziale del mercato delle TLC italiano anche a livello europeo, Assoprovider ottiene con il decreto “Destinazione Italia”, all’art. 6, la riformulazione dei contributi stabiliti dall’Allegato 10 del Decreto 259/2003 (Codice delle Comunicazioni), aprendo il mercato delle TLC anche ad imprese di medie e piccole dimensioni che da sempre sono state pioniere del settore TLC in Italia.

https://www.assoprovider.it/news-assoprovider/272-destinazione-italia-allegato-10-rimodulato-come-voluto-da-assoprovider.html

Marzo 2016 - Il Consiglio di Stato da ragione ad Assoprovider sul tema dello SPID.
Dopo il TAR del Lazio anche il Consiglio di Stato boccia la norma sul capitale sociale introdotta nello SPID perché irragionevole, quindi illegittima.

https://www.assoprovider.it/news-assoprovider/286-spid-chiesta-la-sospensiva.html


Article Tags: #spid #allegato 10 #battaglie
0 commenti